Renato Bruson / biografia

Renato Bruson

Baritono

Renato Bruson rappresenta uno dei più grandi baritoni della storia della lirica Italiana.

Considerato tra i maggiori interpreti lirici del nostro tempo, è dotato di un fraseggio elegante ed espressivo, di una voce brunita, all'occorrenza leggermente ruvida, e di una notevole presenza scenica.

Attualmente con un'età superiore ai 70 anni canta ancora riscuotendo un grandissimo plauso dai critici. 

A giugno 2008 ha cantato, all'età di 74 anni, Traviata nei panni di Giorgio Germont alla Scala di Milano, con Mariella Devia nei panni di Violetta Valery e Josè Bros in quelli di Alfredo Germont. Nell'ottobre dello stesso anno ha cantato Giovanna D'Arco a Parma e a dicembre è ritornato nei panni di Giorgio Germont, al Teatro Verdi di Salerno, per interpretare Traviata sotto la regia di Franco Zeffirelli. Alla veneranda età di 75 anni, in aprile 2009 ha interpretato Andrea Chenier al Teatro Carlo Felice di Genova, nel ruolo di Carlo Geràrd, accanto al tenore Marcello Giordani e sotto la direzione di Daniel Oren, mentre a settembre ha rivestito il ruolo di Rigoletto, nell'omonima opera di Verdi, al teatro Verdi di Salerno, sotto la direzione del M°Oren e della regia di Riccardo Canessa. Nel novembre dello stesso anno ha cantato l' Otello di Giuseppe Verdi al teatro dell'Aquila di Fermo, nel ruolo di Jago, svolgendo anche il ruolo di regista con la collaborazione della consorte Tita Tegano come costumista e scenografa. Hanno riscontrato grande successo le due recite di Nabucco al Politeama di Catanzaro il 4 ed il 6 gennaio 2010 sotto la direzione di Daniel Oren e con la regia di Gigi Proietti.

Il 23 gennaio 2010 ha cantato Falstaff sotto la regia di Franco Zeffirelli, dando il via alla nuova stagione lirica 2010 del teatro dell'Opera di Roma.

A novembre scorso ha festeggiato i suoi 50 anni di carriera ricevendo un premio speciale al teatro Politeama di Catanzaro e cantando il ruolo di Scarpia in Tosca, accanto al tenore argentino Marcelo Alvarez e al soprano Micaela Carosi. A poche settimane dalle recite calabresi canta sempre il ruolo di Scarpia al teatro San Carlo di Napoli nel periodo natalizio. 

Nel 2011 viene festeggiato in tutti i teatri del mondo per i suoi meravigliosi 50 anni di carriera dal debutto lirico avvenuto a Spoleto nel 1961. Nello stesso teatro A.Belli, festeggerà le sue nozze d'oro con la lirica in uno splendido concerto di gala registrato anche in dvd.

 

La sua carriera artistica non termina nel 2011 tanto è vero che canterà in molti recital, al Liceu di Barcellona, a Vienna, al Teatro alla Scala, al Regio di Parma, al Regio di Torino, al teatro Massimo di Palermo e al teatro G.Verdi di Salerno, dove sotto la direzione del maestro Daniel Oren veste ancora il costume del perfido e abbietto Barone Scarpia in Tosca, accanto a un Cavaradossi di eccezione come Marcelo Alvarez e la bravissima Martina Serafin nel ruolo di Tosca. 

 

Nel 2012 interpreta Giorgio Germont al Teatro Verdi di Salerno sotto la direzione del maestro Keri-Lynn Wilson.

 

Nel 2013 è Falstaff a Busseto, dove firma anche la regia.

A dicembre 2013 vestirà i panni di Jago nell’Otello di G. Verdi al Teatro Verdi di Salerno.

 

Renato Bruson, inoltre è direttore didattico dell'accademia lirica del teatro alla Scala di Milano, ed è docente di canto all'accademia Chigiana di Siena e all'accademia lirica di Spoleto.

 

Condividi / Share


LA PROFESSIONE DELL'AGENTE LIRICO NEL TEATRO D'OPERA ITALIANO Quadro storico, profili giuridici, aspetti pratici e prospettive future

A cura di Massimiliano Damato

 

Copertina flessibile: 271 pagine

Editore: Edicampus Edizioni; Prima Edizione edizione (2016)

Acquista su